L’inverno arriva da nord-ovest: prima decade di Dicembre prima fredda, poi perturbata

//L’inverno arriva da nord-ovest: prima decade di Dicembre prima fredda, poi perturbata

Anche il mese di Novembre 2017 si chiude in Valle Umbra con un bilancio pluviometrico inferiore, sia pure di poco, alle medie stagionali. Tuttavia, la costante elevazione dell’alta pressione subtropicale alle medie latitudini europee sta per regalarci, paradossalmente, una buona opportunità di recupero. Dicembre di quest’anno inizia infatti con ben altre premesse, rispetto alla monotonia nebbiosa che ha caratterizzato quello dei tre anni precedenti.

Già da Lunedì 3 sarà archiviata la parentesi di maltempo vissuta in questi giorni, ma in questa sede rivolgiamo lo sguardo al futuro. Ecco la situazione attesa per Mercoledì 5 dicembre (modello europeo ECMWF):

Evidentissima la cupola gialla dell’anticiclone, sotto al quale troveremo nebbie e gelate diffuse. Ma attenzione: questa situazione non sembra destinata a durare a lungo. Il cuore dell’alta si sposta infatti in Oceano. Sbarrerà la strada al flusso atlantico basso, quello che si incunea lungo la Valle dell’Ebro e la Porta di Carcassonne; ma consentirà ancora una volta un ingresso ben più schiettamente settentrionale, di aria polare artica anzichè marittima.

Già Venerdì 7 quest’aria entra dalla Valle del Rodano e crea una depressione sul Golfo Ligure. Depressione che si sposta molto lentamente verso Ovest, con un corpo nuvoloso frontale dal movimento potenzialmente molto lento e foriero di intense precipitazioni su quasi tutte le regioni italiane. Impressionante la forza della cellula anticiclonica dinamica posta in pieno Oceano, una figura lungo il cui margine orientale scorre l’aria polare.

Riassumendo: nevicate deboli da stau in Appennino nella notte fra sabato e domenica, gelate e nebbia fino al giovedì-venerdì seguente, poi perturbazioni atlantiche fredde durante il week-end dell’Immacolata. Nessun rischio di noia dal tempo appenninico, sempre interessante e talvolta spettacolare. Da godere con la consapevolezza di un’anomalia che non vuol saperne di rientrare.

By |2017-12-05T18:19:51+00:001 dicembre 2017|Meteo news|0 Comments

Leave A Comment

Send this to a friend

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi